Vicenza, 18/04/2014

PRESENTAZIONE GRATUITA NEL MERCATO BRASILIANO PER LE IMPRESE VICENTINE DELL'AGROALIMENTARE

ADESIONI ENTRO IL 28 APRILE

Il tasso di crescita della sua economia non è più quello di qualche anno fa (nel 2010 aveva fatto registrare un +7,5%, contro circa il +3% previsto per quest'anno), eppure il Brasile rimane uno dei mercati con il maggiore potenziale, forte di oltre 100 milioni di persone economicamente attive. Un mercato che ha fame, è proprio il caso di dirlo, di nuovi e raffinati prodotti alimentari di importazione e sul quale Made in Vicenza apre una finestra importante per le imprese dell'agroalimentare vicentino partecipando con un proprio stand al Sial, prestigiosa fiera dell'alimentare in programma dal 24 al 27 giugno a San Paolo. Qui Made in Vicenza distribuirà il materiale informativo relativo alle aziende beriche e ai loro prodotti e successivamente fornirà loro i contatti commerciali generati dalla presenza in fiera, per successivi approfondimenti diretti tra le parti. L'adesione all'iniziativa è gratuita e Made in Vicenza ha già iniziato a raccogliere la documentazione delle aziende.

Un'opportunità di sicuro interesse considerando la forte crescita fatta registrare nel mercato brasiliano dai prodotti alimentari importanti, grazie a diversi fattori interni come l'aumento del potere di acquisto dei consumatori locali e la valorizzazione del real rispetto all'euro e al dollaro americano. La previsione dell'Associação Brasileira das Indústrias da Alimentação (Associazione Brasiliana dell'Industria alimentare) è di un'ulteriore crescita di questo trend: nei prossimi anni, infatti, si stima che il consumo pro capite di prodotti alimentari aumenterà del 46%. Il motore di tale crescita è rappresentato dalla propensione dei consumatori verso prodotti di marca e di posizionamento medio-alto. In questo contesto, i prodotti alimentari Made in Italy sono considerati di qualità, sinonimo di ricercatezza e di uno stile di vita affascinante. Anche la GDO locale si sta aprendo ai prodotti alimentari importanti: le vendite sono aumentate del 42% dal 2008 al 2010. Tutto questo mentre nuovi ristoranti, ma anche gastronomie, enoteche, bar e caffè contribuiscono a diffondere nuove abitudini culinarie e a creare nuovi gusti ed esigenze alimentari nei consumatori più attenti ai cambiamenti e aperti a nuove esperienze gastronomiche.

Un mercato che le imprese vicentine possono affrontare più agevolmente grazie ai servizi e al know how del Desk a San Paolo del Consorzio Camerale per l'Internazionalizzazione, al quale aderisce anche Made in Vicenza.

Per informazioni: Made in Vicenza, tel. 0444 994750.